Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Museo Civico Lapidario

Il museo, che ha sede nella ex Chiesa di Santa Libera, contiene un'interessante collezione di marmi romani provenienti dal territorio ferrarese.
Museo Lapidario.jpg
Museo Civico Lapidario

I reperti esposti nel Lapidario sono prevalentemente di artigianato funerario e datano dalla prima metà del I sec. d.C. al III sec. d.C., epoca in cui in tutto il mondo romano iniziò a decadere l'uso di scrivere sulla pietra e sul marmo.

Si tratta per la maggior parte di steli funerarie e di alcuni sarcofagi imponenti e riccamente decorati, che testimoniano l'organizzazione territoriale e sociale presente in epoca romana nell'area deltizia.

Tra i reperti spiccano il grande sarcofago degli Aurelii (III secolo d.c.), vero capolavoro della produzione ravennate ed il piccolo sarcofago del bambino Neon, proveniente da Voghenza.
(Il Lapidario si visita con lo stesso biglietto di Palazzo Schifanoia).

 

FERRARA RINASCE CON I MUSEI

Dal 1 luglio al 31 ottobre 2020.

Il  Lapidario civico (incluso nel biglietto di Palazzo Schifanoia) partecipa all'iniziativa di promozione turistica per visitare il musei della città con una riduzione del 30%.
Consegna il tuo scontrino di almeno 10 euro allo IAT (Ufficio Informazioni Turistiche - ingresso dal cortile del Castello Estense) entro 48 ore e ritira il coupon per lo sconto da utilizzare in uno dei Musei del Comune di Ferrara.

Orari

10.00-19.00. La biglietteria chiude alle 18.30. Chiuso lunedì.

Tariffe

Biglietto unico con il Palazzo Schifanoia.

Contatti

Come arrivare

A piedi: 20 minuti dal Castello Estense
In autobus: n° 1 e n° 9 dalla stazione ferroviaria, fermata Giovecca Parco Pareschi (circa 600 mt); n° 6 dal Castello, fermata Alfonso d'Este Med. d'Oro (circa 300 mt).
Raggiungibile in auto.

ultima modifica 30/06/2020 11:21
Chiudi menu
Informazioni turistiche