Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Tra terra e mare, la Natura intorno a noi

Mostre

La mostra al Museo di Storia Naturale è ideata dal Parco del Delta del Po in occasione dei 35 anni dalla sua fondazione, ed è dedicata alla più importante area italiana per la conservazione degli uccelli, una delle più rilevanti d'Europa, che ospita fra gli altri la Beccaccia di mare, il Fratino, la Ghiandaia marina, l’Avocetta, la Sgarza ciuffetto, l’Airone
Immagine dell'evento
Riserva Biosfera MaB UNESCO dal 2015, oltre che "Patrimonio dell'Umanità" dal 1999, l'insieme territoriale costituito dalla Città di Ferrara, dalle Delizie Estensi e dal versante ferrarese del Delta del Po rappresenta dunque uno scrigno di natura, storia e cultura, da celebrare.

Per la mostra si è scelto un genere fotografico che, attraverso la divulgazione delle riprese fotografiche, educa e sensibilizza verso modelli di coscienza ecologica e di responsabilità verso un ambiente estremamente ricco. La fotografia naturalistica, che si nutre di attimi e di momenti particolari che coniugano tecnica a pazienza, ha ritratto nel loro splendore i volatili che abitano il Delta del Po.

Lo straordinario valore della zona è dovuto alla grande complessità ambientale, che supporta tante diverse specie di uccelli, nelle varie fasi del loro ciclo vitale (nidificazione, migrazione, svernamento). Ma la ricchezza ambientale custodita si riflette in tutte le numerose specie animali e vegetali identificate all'interno del Parco: oltre alle 350 specie di uccelli, il Delta ospita 60 specie di pesci, 14 specie di anfibi, 16 specie di rettili, 61 specie di mammiferi e più di 1000 specie vegetali, in larga parte protette.

Programma

Verranno esposte le opere fotografiche di dodici professionisti che hanno interpretato il paesaggio naturalistico con i loro scatti, immortalando momenti nei quali la natura esprime se stessa in una veste inusuale.
Potremo perciò ammirare gli scatti eseguiti da Fabio Barucci, Antonio Benetti, Maurizio Bonora, Loris Costa, Silvano Foschini, Milko Marchetti, Alex Pallara, Luciano Piazza, Roberto Sauli, Sergio Stignani, Massimo Vertuani e Roberto Zaffi.

Accanto alle immagini verranno esposti numerosi esemplari tratti dalla collezioni ornitologiche del Museo, fra cui l'ibis eremita, specie protetta oggetto in questi anni di importanti interventi di recupero conservazionistico, e l'ibis sacro, una specie aliena introdotta artificialmente che si va sempre più diffondendo nei territori deltizi.

PROPOSTE GRATUITE PER LA CITTADINANZA
Visite guidate su prenotazione al percorso museale con focus sulla mostra e sugli uccelli presenti nelle vetrine del museo. Le visite guidate, previste nell'orario 15.30-17.00, saranno possibili nelle seguenti date:
- martedì 16 aprile
- giovedì 18 aprile
- martedì 14 maggio
- giovedì 16 maggio
- martedì 21 maggio
- giovedì 23 maggio
Le prenotazioni scolastiche e delle visite guidate per i cittadini vanno fatte scrivendo a dido.storianaturale@gmail.com oppure con telefonate e messaggi WhatsApp al cell. 351 6937858 oppure chiamando il numero del Museo 0532.203381 in orario mattutino, dalle 9.00 alle 13.00.

Dove

Museo di Storia Naturale - Largo F. Vancini 2 - Ferrara

Quando

Dal 6 aprile al 24 maggio 2024

Orari

Da martedì a venerdì 9.00-13.00; martedì e giovedì anche 14.00-17.00. Chiuso sabato e festivi.
Inaugurazione: Venerdì 5 aprile alle ore 16.00

Tariffe

Ingresso gratuito

Contatti

Museo di Storia Naturale - Largo F. Vancini, 2
telefax 0532 210508
Azioni sul documento
ultima modifica 01/04/2024 17:37 — scaduto
Ricerca eventi
Chiudi menu
Informazioni turistiche