Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sections
Unesco

Ferrara, città del Rinascimento,
e il suo Delta del Po

Casa di Ludovico Ariosto

L’abitazione, realizzata probabilmente su disegno di Girolamo da Carpi, presenta una facciata semplice ma elegante in mattoni a vista.
Casa Ariosto Ferrara.jpg

"Parva, sed apta mihi, sed nulli obnoxia, sed non sordida, parta meo, sed tamen aere domus".

"La casa è piccola ma adatta a me, pulita, non gravata da canoni e acquistata solo con il mio denaro", questa è l’iscrizione presente sulla facciata della casa dove Ludovico Ariosto (1474 - 1533), trascorse gli ultimi anni della sua esistenza dedicandosi alla terza e definitiva edizione dell’Orlando Furioso, uscita nel 1532.

L’abitazione, realizzata probabilmente su disegno di Girolamo da Carpi, presenta una facciata semplice ma elegante in mattoni a vista.
Interno: al primo piano è sistemato un piccolo museo dedicato al grande poeta in cui sono conservati il calco in bronzo del suo calamaio, alcune edizioni delle sue opere e molte medaglie che lo rappresentano. In alcuni registri dei visitatori sono evidenziate le firme del re Vittorio Emanuele III, di Giuseppe Verdi, Alberto Moravia, Elsa Morante e Giorgio Bassani. Nel piccolo corridoio centrale è conservata in una vetrina la preziosa edizione dell’Orlando Furioso illustrata da Gustave Doré, del 1881. Sul retro della casa si trova un giardino creato all’epoca del poeta, oggi utilizzato per concerti ed iniziative temporanee.

Orari

Da martedì a domenica: 10.00-12.30/16.00-18.00.

Giorni di chiusura

  • Lunedì

Tariffe

Ingresso libero.

Contatti

Ferrara - Via Ariosto, 67

Ufficio informazioni

Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica di Ferrara

Ferrara
Castello Estense
telefax 0532 212266

Come arrivare

Raggiungibile in auto.
In autobus: n. 3/C dalla Stazione Ferroviaria.

Accessibilità

Parzialmente accessibile a persone diversamente abili o con bisogni speciali.

ultima modifica 16/06/2014 06:45
Strumenti personali
Area riservata